Posted on Lascia un commento

La sicurezza del carrello elevatore: cosa non deve mancare?

la sicurezza del carrello elevatore

Negli anni l’attenzione alla sicurezza del carrello elevatore ha avuto un notevole incremento. Questo per evitare sia la rottura del mezzo, sia gli incidenti gravosi a danno delle persone.

In funzione di quanto appena detto, di seguito abbiamo semplificato gli elementi di cui tenere conto:

  • possedere il corretto quantitativo di polvere assorbente;
  • far condurre i mezzi solo a personale autorizzato;
  • dotare il muletto di fari blu che ne indichino la presenza;
  • sottoporre il carrello elevatore alle verifiche trimestrali.

Andiamoli ora ad analizzare più nel dettaglio.

Polvere assorbente

In particolar modo nei carrelli elevatori elettrici, le batterie di cui sono dotati, possono incorrere in fuoriuscite di acido. Essendo questo altamente dannoso, la legge prevede un minimo di polvere assorbente da possedere pronta all’uso. Il quantitativo della polvere necessaria al completo assorbimento dell’acido varia in base alle caratteristiche della stessa ed è indicato sulla confezione.

Inoltre, per legge, un’azienda deve detenere un minimo di polvere che viene calcolato in base alla classificazione dell’impianto, la quale risulta dal numero di batterie presenti.

Il quantitativo necessario è stabilito al fine di poter sanificare una fuoriuscita pari al:

  • 50% dell’elettrolito presente nella batteria di maggiore contenuto per impianti piccoli (fino a 5 batterie);
  • 100% dell’elettrolito presente nella batteria di maggiore contenuto per impianti medi (fino a 20 batterie);
  • 200% dell’elettrolito presente nella batteria di maggiore contenuto per impianti grandi (oltre 20 batterie).

Attestato per condurre

Il così detto “patentino” è indispensabile per poter utilizzare il muletto. Infatti, questo è obbligatorio ai sensi del D.Lgs. 81 del 2008. Per ottenere questo documento è necessario frequentare un corso e sostenere un esame teorico e uno pratico.

È importante ottenere il patentino non solo a livello legislativo, ma anche per la sicurezza delle operazioni di lavoro che coinvolgono il carrello elevatore.

Inoltre, sottolineiamo che l’attestato per la conduzione del mezzo è personale e per tanto solo chi ha eseguito correttamente il corso può dirsi abilitato correttamente.

Fari blu

I fari blu proiettano a terra una luce che indica il passaggio del carrello elevatore. Questi vengono installati sulla cabina del muletto, sia anteriormente che posteriormente. In questo modo chi lavora nelle vicinanze di un carrello elevatore riesce a evitare più facilmente di trovarsi nella sua traiettoria. Non si tratta di dispositivi obbligatori a meno che questo non venga riportato sul manuale del mezzo, ma vengono caldamente consigliati.

Verifiche trimestrali

Il muletto è un mezzo fondamentale per alcune aziende e come qualsiasi altro veicolo o macchinario deve essere sottoposto a controlli continui. Le verifiche trimestrali diventano un importante strumento di diagnosi per valutare i vari dispositivi di sicurezza.

Le varie componenti del carrello elevatore per legge devono essere controllate periodicamente. In particolar modo le catene che devono essere sottoposte a controlli trimestrali.

Le verifiche trimestrali sono obbligatorie secondo il D.Lgs N°81/2008, oltre a essere un importante strumento di prevenzione. Grazie all’occhio esperto e qualificato di un tecnico è possibile individuare in anticipo eventuali problematiche ed evitare futuri danni del mezzo.

Per ulteriori dettagli riguardo le verifiche trimestrali clicca qui.

 Per qualsiasi dubbi non esitare a contattarci!

Please follow and like us:
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *