Pubblicato il

INCENTIVI PER L’INDUSTRIA 4.0 NELLA LEGGE DI BILANCIO PER IL 2018

INCENTIVI PER L’INDUSTRIA 4.0 NELLA LEGGE DI BILANCIO PER IL 2018

Il DDL della Legge di Bilancio ha prorogato anche per il 2018 le agevolazioni note col nome di iperammortamento e super ammortamento. In particolare ci si riferisce a incentivi che permettono ad aziende e professionisti di maggiorare le quote di ammortamento di beni strumentali a fronte di nuovi investimenti effettuati. Andiamo a vedere nel particolare le caratteristiche e i cambiamenti rispetto al 2017.

I requisiti e le modifiche

L’articolo 5, al Comma 1, proroga il super ammortamento con alcune novità rispetto al passato, ad esempio il super ammortamento scende dal 140% al 130%.

L’investimento in beni strumentali compresi nell’allegato A dello scorso anno, deve essere realizzato dal 1° gennaio 2018 fino al 31 dicembre 2018, ovvero fino al 30 giugno 2019 rispettando alcune condizioni entro la data del 31 dicembre 2018:

Ordine confermato.

L’acquisto deve risultare accettato dal venditore.

Valore degli acconti.

Il pagamento degli acconti deve essere avvenuto almeno per il 20% del costo di acquisizione.

Escludere veicoli e altri mezzi di trasporto.

Nell’agevolazione del 2018 non vengono compresi mezzi di trasporto e veicoli.

Nel Comma 30 della manovra si proroga, invece, l’iper ammortamento. Questa prevede che gli investimenti in beni strumentali nuovi, compresi nell’Allegato A della manovra dello scorso anno, restino agevolati con un ammortamento al 250%, per acquisti effettuati entro il 31 Dicembre 2018 oppure entro il 31 dicembre 2019 a condizione che entro il 31 dicembre 2018:

  • L’ordine sia già stato effettuato e accettato dal venditore;
  • Sia stato pagato un acconto pari ad almeno il 20%.

Nella manovra vengono considerate diverse tipologie di beni e tra questi rientrano:

  • Macchine;
  • Strumenti e dispositivi per il carico e lo scarico;
  • La movimentazione, la pesatura e la cernita automatica dei pezzi;
  • I dispositivi di sollevamento e manipolazione automatizzati;
  • AGV;
  • Sistemi di convogliamento e movimentazione flessibili, e/o dotati di riconoscimento dei pezzi.

Tutte le macchine sopracitate devono avere:

  • Controllo per mezzo di CNC e/o PLC;
  • Interconnessione ai sistemi informatici di fabbrica con caricamento da remoto di istruzioni e/o part program;
  • Integrazione automatizzata con il sistema logistico della fabbrica o con la rete di fornitura e/o con altre macchine del ciclo produttivo;
  • Interfaccia tra uomo e macchina semplici e intuitive;
  • Rispondenza ai più recenti parametri di sicurezza, salute e igiene del lavoro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *